"New Giampilieri" 77° Uscita

 

Avanzamento dei lavori

di Salvo Restuccia

La scorsa settimana è andato in onda il servizio sul nostro paese realizzato da Onda Tv. Un servizio importante perché ha messo in luce lo stato d’animo delle persone che vivono nel nostro paese, i lavori di messa in sicurezza ormai quasi alla realizzazione completa.Ovviamente i pareri sono discordi: c’è chi è favorevole e chi invece ancora non si sente al sicuro. Io nelle prossime uscite documenterò con delle riprese dall’alto i lavori fin qui conclusi per dimostrare quanto lavoro è stato fatto.Vi ricordo, così come sottolineato anche da Onda Tv che il sito e la visione online delle telecamere hanno dei costi e che da solo non riesco più a sostenere, confido, quindi nel vostro supporto.

 

 

L’attesa

 

di Matteo Cucinotta

 

Riprendiamo un attimo la vicenda relativa a Piazza Pozzo.

Per chi non lo sapesse spieghiamo in breve quanto accaduto.

Qualche anno fa è stata avanzata una proposta da parte di un gruppo su Facebook nel quale si  chiedeva  di intitolare via Vallone a Simone Neri.

Appena venuto a conoscenza della proposta, il Comitato Salviamo Giampilieri effettuava una  propria proposta nel quale chiedeva che  a seguito della mutazione della zona interessata ai lavori di messa in sicurezza e dove si svolgevano  i lavori del canale fugatore, visto che erano state abbattute le abitazioni e la zona sarebbe stata modificata, di modificare la denominazione delle vie  Puntale e Vallone in  Via Primo ottobre e Piazza Primo ottobre

Effettuato tutto l’iter burocratico con i vari passaggi nelle  varie commissioni interessate, in sede di decisione finale presso la Commissione  Toponomastica, la proposta del Comitato venne parzialmente accettata.

Venne deliberato il cambio di denominazione di via Vallone  che si sarebbe chiamata  Via Primo ottobre mentre Piazza Primo ottobre non poteva essere intitolata in quanto si sarebbe creata confusione con via Primo ottobre

Quindi in sede di commissione,all’unanimità  si decise di cambiare il nome della suddetta Piazza in Piazza Vittime dell’alluvione lasciando interdetti i rappresentanti del comitato,ma che non avevano potere decisionale in quanto convocati come spettatori.

Quindi nascevano Piazza vittime dell’alluvione e Via Primo ottobreAppena si è venuti a conoscenza  di tale decisione il nostro paese si è espresso in maniera contraria e attraverso una raccolta firme ha richiesto  il ripristino di Piazza Pozzo  invece della scellerata Piazza vittime dell’alluvione

 

 

 

Quindi sempre attraverso il  Comitato,che si è fatto portavoce della volontà del paese di ripristinare la denominazione di Piazza Pozzo,attraverso la raccolta firme si è provveduto a portare  fino in commissione toponomastica la richiesta,che, visto la volontà dei nostri paesani,non poteva far altro che accettare il ripristino della vecchia denominazione.

Quindi quando sembrava che la situazione fosse tornata alla normalità, la doccia gelata proveniva dalla Prefettura,dove il Prefetto non avvallava questo ennesimo cambio di denominazionecomunicando che vi era già stata una prima autorizzazione e che per questioni burocratiche non  era possibile in quanto a Roma avevano già fatto tutta la documentazione

Quindi da un paio di mesi è partita una nuova iniziativa con la raccolta firme affinchè questa decisione venga annullata.Il comitato ha inoltrato tutta la documentazione richiesta e si è in attesa di una risposta definitiva e positiva  da parte della Prefettura affinchè ripristini l’antica denominazione di Piazza Pozzo  tanto cara alla popolazione

 

Anche perché Piazza pozzo è un luogo di ritrovo,è la piazza d’entrata del paese,anche se è ancora un cantiere anche se per poco

Quindi siamo tutti in attesa di una risposta positiva che riporterebbe nel nostro paese un tassello importante.

 

Molto meglio essere residenti in Piazza Pozzo,che essere residenti in Piazza vittime dell’alluvione. 

 

 

 

 

SPETT.LI

- Presidenza del consiglio dei Ministri in persona del presidente p.t.- Palazzo Chigi Piazza Colonna n° 370 00187 Roma;

- Regione Siciliana in persona del presidente Pro-tempore Palazzo D'Orleans. Piazza Indipendenza 21 - 90129 Palermo; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,

- Comune di Messina in persona del sindaco pro-tempore con sede in Messina Piazza Europa-Piazza Municipio; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;

- Prefettura di Messina in persona del prefetto p.t. Piazza dell'Unità d'Italia, 98121 Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. P.E.C.: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La tremenda alluvione  del primo di ottobre del 2009 che ha colpito il villaggio di Giampilieri  causando la morte di 19 persone e una grave devastazione del territorio non sarà mai dimenticata. La “ via Puntale” e la “via Vallone”, luogo della tragedia, su nostra richiesta , hanno assunto  la nuova denominazione di  “via I° ottobre”  con delibera della commissione toponomastica del comune di Messina e della prefettura di Messina . Crediamo che per un villaggio che vuole rinascere ma che non può  e non vuole dimenticare il passato, sia giusta e sufficiente  tale denominazione.                                                                                                                                                       I cittadini di Giampilieri sono contrari alla denominazione di “piazza vittime dell’alluvione”,  posta all’entrata del villaggio, perché la suddetta dizione dà l’impressione di un paese saldamente  arroccato a tristi episodi, incapace di reagire, di riacquistare la propria identità , di riorganizzarsi per  vivere in serenità il proprio futuro. Nella realtà i cittadini di Giampilieri, assieme alle istituzioni, sono impegnati a far rinascere il villaggio, ad organizzare il  futuro cercando di arricchirlo di nuove strutture, a riqualificarlo, a far vivere i suoi abitanti in sicurezza.                             

Siamo invece favorevoli alla denominazione di “ Piazza pozzo”, così identificata perché in passato c’era la presenza di un pozzo da cui si attingeva l’acqua, tirata su con l’ausilio di un animale da soma, per gli usi domestici e agricoli del villaggio,  nel recente passato è stata la piazza più importante del paese poiché  nella zona erano presenti diverse attività commerciali, era la piazza dove si svolgevano manifestazioni sportive e culturali , era il luogo d’incontro preferito dai suoi abitanti.   Il nostro auspicio è che la vitalità  che si respirava in questa piazza ritorni di nuovo  assieme al suo nome originario.                                                                                                                                                                                               Nella certezza che vogliate prendere in considerazione la richiesta di una intera comunità                                                                                                                                                 Chiediamo                                                                                                                                                                                                                                                   che la denominazione di “piazza vittime dell’alluvione”  venga eliminata ed  assumere la denominazione definitiva  di  “piazza pozzo”.

Giampilieri  Febbraio  2016        

 

 

 

 

C'era una volta la novena.

Di Sabrina Cucinotta

 

Il Natale è per i Cristiani e per tutti gli uomini di buona volontà,la festa in cui si celebra la nascita di Gesù.Rappresenta una pausa di riflessione,comprendendone il vero significato.

Nell'ultimo periodo di Avvento( periodo di attesa) si celebra la novena, ovvero nove giorni prima della nascita,che ha inizio il16 Dicembre Dicembre.Essa comprende vari testi che aiutano noi fedeli a prepararci alla festa della nascita di Gesù.

Da tre anni a questa parte,a Giampilieri,il parroco ha ripreso un'antica tradizione,ovvero celebrare la novena alle6 del mattino,rito che in paese era consuetudine.In un'atmosfera quasi surreale, anno dopo anno, ci ritroviamo a partecipare sempre più numerosi. Al suono delle campane e della zampogna che riecheggia con le sue nenie natalizie per tutto il paese,ci ritroviamo tutti in chiesa con gioia,malgrado l’ora,dai più giovani ai più anziani a partecipare con gioia a questo particolare momento di riflessione. Al termine della celebrazione ci ritroviamo tutti insieme a condividere, nei locali della parrocchia, la colazione preparata ogni giorno da gruppi di persone.Al termine si ritorna a casa assonnati sì, ma con uno spirito, a mio parere, diverso, felici di un momento di riflessione accompagnato dalla condivisione.

 

 

 

 

Scatti d’epoca…a cura di Matteo Cucinotta

 

Anni ’70: chi erano questi amici che

si ritrovavano al bar a giocare?

chi sono

Lascia il tuo commento sulla pagina Facebook Giampilieri.com

Vi ricordo che chiunque volesse condividere con noi uno scatto d’epoca, potrà inviarla via email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.